a_frecciarossa

16 Dic 2016

Scritto da redazione

Non solo toni entusiastici per il Freccia Rossa in Basilicata.

C’è chi sottolinea la nuova chance per collegarsi al resto d’Italia e all’alta velocità e chi, come il senatore Vito Petrocelli del M5s mette in evidenza costi e «propaganda» della Regione.

«La Basilicata – spiega – continua a sperperare il denaro dei lucani, non per produrre occupazione, ma propaganda, nonostante abbiamo 48750 euro procapite di debito pubblico regionale e un rapporto debito pubblico/Pil al 254%. Mi riferisco all’assegno di 3 milioni e 100 mila euro staccato, non di tasca sua, dall’assessore Nicola Benedetto, per riempire i media e i social network con l’arrivo del Freccia Rossa tra le rotaie obsolete della Basilicata e per certificare l’uscita dall’isolamento in cui versa il sistema di trasporto regionale».

Dettagli nell’edizione cartacea de La Nuova del Sud.

Annunci