insediamento_trump_presidente_quando-77044
Immagine trattada repertorio Web.

Tratto da:Onda Lucana by Avv.Antonio Romano

Donald Trump e la fine di un’epoca ” la globalizzazione “. L’elezione di Trump porrà con soddisfazione di molti un limite al falso mito della globalizzazione quale panacea di tutti i mali del mondo o meglio per favorire solo le speculazioni della finanza speculativa, delle multinazionali, del cibo,della farmaceutica, del petrolio e dell’inquinamento, ecc.ecc..

Con l’elezione di Trump e la futura governance degli USA, anche se in modo non proprio repentino, si porrà termine ad una globalizzazione selvaggia che di fatto ha provocato in questi anni in ogni parte del mondo solo destabilizzazione socio-economica e politica.

Sarà la fine dell’utopia della globalizzazione e di un mito cui ci hanno spinto a credere. Con Trump le sue semplici ricette cosiddette populiste tenderanno a privilegiare gli USA e gli Americani.

Un’utopia lanciata nel gennaio del 1996 da Bill Clinton col secondo mandato alla Casa Bianca,

la globalizzazione immaginata quale progetto di creazione dell’uomo nuovo e di un mondo nuovo ma che di fatto ha realizzato gli interessi di pochi speculatori globali a tutti i livelli e in qualsivoglia settore economico.

L’uomo nuovo cui la globalizzazione doveva cancellare le radici socio-culturali e le tradizioni doveva rappresentare il consumatore ideale, l’uomo a taglia unica, e in ultima analisi dal pensiero unico come Tv e Mass-Media hanno tentato invano di imporre.

Ecco cosa rappresenterà Trump e il suo mandato alla Presidenza degli Stati Uniti ne sarà la prova provata.

Tratto da:Onda Lucana by Avv. Antonio Grazia Romano

Annunci