falsimiti1-450x255
Immagine tratta da Web.

Tratto da:Onda Lucana by Salvatore Loviso

Calvello paese verticale, da cartolina è diventato orizzontale come un albero senza radici. Lunedì e martedì esco verso le 9 e nei vicoli nessuna impronta.
È bastato i freddo per mettere in difficoltà il paese, tubature che scoppiano e case senz’acqua e solitudini latenti.
La politica:
l’orientamento che ne danno evidenti la ricchezza è talmente concentrata nelle mani di pochi soddisfatti dello STATUS QUO, che questi preferiscono vivere di rendita piuttosto che rischiare in impieghi produttivi, inclusione finanziaria ed eticità percepita. La politica crea disuguaglianze nella scala dei redditi e alimenta disuguaglianze. Il giusto vanesio e sadico della capitalizzazione.
Le riforme: riguardano solo luci e forme.
La diversità: ora sono tutti titolati, ma la società attuale è in grado di assorbire tutti questi TITULI?
L’economia:
il Welfare ed il sostegno passivo dei più deboli o client, ma che promuovano il reinserimento. In una cultura assistenzialista e di servizi in sovrannumero se non inutili.
Qui vige il regno della menzogna. Spesso nascoste dietro apparenza e sofisticazioni. Il fascino di essere moderni, d’essere “come tutti gli altri”. Di piaceri effimeri e di passatempi superficiali, sprecando denaro e piegandosi su se stessi in case, auto, vestiti, ferie+++++ che sono ad dir poco , poco conciliabili con i loro effimeri guadagni.
Calvello a che posto è tra attività produttiva, inclusione finanziaria ed eticità percepita?
Il maiale, l’la vigna, l’orto hanno un impatto non solo su noi stessi ma anche sulla collettività. Cultura anti spreco, e stimolano consapevolezza su ciò che ci circonda. Visto e considerato tutto questo chi si è rivalutato socio-economicamente e perché? Allo squagliare della neve si vedono le piste. L’impronta di troppo benessere improduttivo è un mortorio.

Tratto da:Onda Lucana by Salvatore Loviso

Annunci