scalemobili
06 Feb 2017

POTENZA- La tecnologia degli ascensori obliqui, utilizzata per garantire il trasporto dei diversamente abili nelle scale mobili di Santa Lucia a Potenza, si è rivelata inadeguata. Per questo, da anni ormai, il servizio non è più disponibile ed è stato sostituito da quello garantito con una navetta a chiamata.

Sulla questione numerose sono state le segnalazioni da parte degli utenti incuriosisti e, in alcuni casi, indignati dal mancato funzionamento dell’impianto realizzato con finanziamenti pubblici. Tanti si sono chiesti come mai una struttura nuova e moderna non possa essere utilizzata da tutti. Per fare chiarezza sull’argomento abbiamo contattato Lucio Malatesta, direttore della società Trotta che a Potenza gestisce il servizio di trasporto pubblico urbano.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

Annunci