OLYMPUS DIGITAL CAMERA
01 Apr 2017

Scritto da Mariolina Notargiacomo

FERRANDINA – “Regione Basilicata e Procura di Matera totalmente incapaci”. Il presidente dell’associazione esposti amianto Valbasento, Mario Murgia ci va giù duro, stanco dell’immobilismo delle istituzioni locali e del passo sempre più lumaca della giustizia rispetto alla risoluzione di questioni diventate di assoluta gravità e che richiedono, al contrario, attenzione massima.

I dati citati da Murgia nel corso della conferenza stampa che si è tenuta ieri mattina, nella sala consiliare del Comune di Ferrandina, parlano chiaro e risultano raccapriccianti. Continua ad aumentare, con una crescita esponenziale, il numero di decessi per malattie riconducibili all’esposizione a sostanze cancerogene degli ex lavoratori delle industrie Materit di Ferrandina – sito in cui si producevano manufatti in amianto cemento – e Liquichimica di Pisticci dove, oltre alla fibra killer, venivano utilizzati numerosi altri materiali altamente tossici.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

 

Annunci