pertusillo_417862.jpg
04 Apr 2017

Scritto da Mariolina Notargiacomo

POTENZA – L’Eni sta inquinando ma il Pertusillo è salvo. Non ci sarebbe, infatti, correlazione alcuna tra l’improvvisa colorazione delle acque dell’invaso, coincisa con la scoperta della presenza di greggio nell’impianto di depurazione dell’Asi dell’area industriale di Viggiano e la perdita al centro olio.

E’ quanto è stato annunciato nel corso di una conferenza stampa convocata in Regione dal presidente della giunta, Marcello Pittella, che con l’assessore all’Ambiente, Francesco Pietrantuono e il direttore dell’Arpa di Basilicata, Edmondo Iannicelli ha voluto incontrare i giornalisti al fine di consentire, “al di là di talune riflessioni scaturite da contesti differenti”, lo stato dell’arte del monitoraggio scattato, come prevede la legge, con l’esecuzione della messa in sicurezza d’emergenza in vista della necessaria bonifica dei territori interessati dall’incidente.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

 

Annunci