Startup M3dics, stampante 3D aiuta chirurgo in interventi

Entro 72 ore immagine tridimensionale zona anatomica da operare

Redazione ANSATORINO

24 aprile 201718:29NEWS

TORINO – Aiutare il chirurgo a preparare l’operazione con modelli stampati in 3D delle zone anatomiche sulle quali deve essere effettuato l’intervento. E’ l’obiettivo di M3dics, startup fondata dai torinesi Andrea Andolfi e Leandro Basso. “Puntiamo a fare pervenire il device stampato e certificato in tutto il mondo in 48-72 ore – spiega Andolfi – mentre i nostri competitor hanno bisogno di 20-30 giorni.

Abbiamo già una stretta collaborazione con due grandi ospedali torinesi, il Cto e il San Luigi di Orbassano: abbiamo studiato e stampato 70-80 casi con notevoli passi avanti, i tempi dell’intervento si sono ridotti del 40%.

Per la stampa in outsourcing abbiamo contratti chiusi con il gruppo San Donato e l’ospedale di Brescia”. M3dics vuole creare laboratori negli ospedali, gestiti dai propri ingegneri. Il business plan del 2016 prevede in 3 anni un fatturato di 6 milioni di euro ed ebitda del 40%, obiettivi che saranno rivisti in crescita se andrà in porto la trattativa con due fondi di investimento.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Annunci