Graziano-Bassan__Grande-quercia_g_edited
Immagine tratta da web.

Tratto da :Onda Lucana by Gerardo Renna

IL CROLLO DELLA QUERCIA…! (*)
A ciel sereno,
improvviso,
un fulmine s’abbatté
sulla grande quercia!

Colpita a morte
al suolo stramazzò moribonda.

Di rialzarsi
più volte tentò invano,
ché le le sue forze,
da male combattute e vinte,
ormai l’abbandonavano.

Senza vita, alfin.
nella sera cadde distesa.

Come la pece
il cielo livido e nero allor si fece!

La terra cedeva…ai figli sotto i piedi1

La disperazione ognun prendeva;
ognuno, come bimbo, sommesso piangeva!

Ai rami mancava il respiro,
ché la linfa dalla radice
più non saliva…!

Funo di Argelato, nov. 1990

(*) la morte di mia madre.

Tratto da :Onda Lucana by Gerardo Renna

Annunci