Maredi_notte
Immagine tratta da web.

Tratto da:Onda Lucana by Gerardo Renna

IL MARE

Un immenso tappeto azzurro era il mare
nella sua strana distesa immobilità!

Placido si stendeva silenzioso
sotto il sole ardente
che dal cielo dominava ogni cosa!

Non s’udiva intorno voce alcuna,
né batter d’ali
in quell’ora statica di forte calura
che volge a mezzogiorno!

Ma di colpo il cielo s’oscurò!

Portati da un vento tempestoso,
gonfi e bassi nuvoloni apparvero nel cielo,
specchiandosi nel mare agitato
come ombre minacciose!

Ombre di morti affogati
che in quel subbuglio turbinoso
danzavan sinistre
tra le onde spumose dei furiosi cavalloni!

Il mare nero era ed infuriato
per i tesori che sempre l’uomo gli ha rapinato!

Livido e nero
per tutta la robaccia che in esso
si continua a scaricare
e che la sua acqua rende sempre più amara…!

(Funo di Argelato, Maggio 1989)

Tratto da:Onda Lucana by Gerardo Renna

Annunci