Il mezzo più efficiente di tutti dal punto di vista energetico è la bicicletta. Il grafico evidenzia i diversi mezzi a confronto.

Per km percorso la bicicletta molto più efficiente di camminare e oltre 200 volte più efficiente di andare in moto o in auto.

I dati provengono da Sustainable Transport Public Policy E6-40-04-021 del professor David Banister della Oxford University School of Geography e riportano i consumi energetici per km, in ordine, di bicicletta, camminare, tram o metropolitana leggera, bus, treno elettrificato e diesel, metropolitana (specificamente la Metropolitana di Londra), motocicletta, automobile, aereo, taxi e camion.

Questi dati rispondono anche alla frequente obiezione fatta a chi propone la bicicletta come mezzo di spostamento urbano: “e gli anziani e i disabili come fanno?”

L’obiezione viene in genere fatta da persone che non hanno esperienza di ciclismo urbano, e pensano (o sottintendono polemicamente) che la bicicletta necessiti sempre di grande prestanza atletica per essere usata.

Non è così. Tragitti brevi in pianura (da poche centinaia di metri a qualche km) sono alla portata di chiunque. Con la bici elettrica a pedalata assistita anche le normali salite che si possono incontrare in alcune città sono facilmente superabili senza fatica.

Gli anziani e molti disabili possono usare la bicicletta, a due o tre ruote, tradizionale o a pedalata assistita, molto più facilmente di camminare e anche più facilmente di guidare la macchina. Una volta scesi la bicicletta può inoltre essere usata come deambulatore, e molti anziani, quando le condizioni dei marciapiedi lo consentono, lo fanno. Gli eventuali problemi di sicurezza derivano da infrastrutture carenti e dal pericolo rappresentato dalle automobili, non da problemi intrinseci della bicicletta.

via Efficienza energetica dei diversi mezzi di trasporto — Benzina Zero

Annunci