https://www.google.com/maps/embed?pb=!1m18!1m12!1m3!1d22198.667120000667!2d7.696316260673645!3d45.93462967396335!2m3!1f0!2f0!3f0!3m2!1i1024!2i768!4f13.1!3m3!1m2!1s0x4788cadc8a1f95a7%3A0x5a1ae97cd8ad7508!2sPlateau%20Rosa!5e0!3m2!1sit!2sch!4v1524585138254

tvsvizzera.it 24 aprile 2018

La cresta del Cervino
La cresta del Cervino(Keystone)

Con lo scioglimento dei ghiacciai si è spostato in alcuni tratti il confine tra Italia e Svizzera lungo le Alpi. E questo fatto incomincia a creare qualche piccolo grattacapo.

Lo sta sperimentando la società proprietaria dell’omonimo rifugio Guide del Cervino (o Testa Grigia), a 3’480 metri sul Plateau Rosa che secondo le ultime rilevazioni sarebbe sconfinato per tre quarti in territorio elvetico.

La cosa di per sé potrebbe sembrare irrilevante senonché recentemente sono sorti i primi problemi, quando la società delle guide, proprietaria dell’immobile, ha tentato di avviare l’iter per la ristrutturazione che rischia di non poter proseguire, intrappolato nel groviglio delle competenze tra il comune valdostano di Valtournenche e quello altovallesano di Zermatt e delle differenti normative nazionali. Della questione si occuperà una Commissione paritetica in programma dal 2 al 4 maggio prossimi.

(1)

La regione del Plateau Rosa dove si trova il rifugio Guide del Cervino (Testa Grigia)

Tutto nasce dal “confine mobile” tra Italia e Svizzera previsto da un accordo bilaterale del 2009. Un’invenzione resa necessaria dopo che lo scioglimento dei ghiacciai ha cancellato i riferimenti storici: il confine coincide ora con la linea di cresta che nel frattempo è emersa e che nei pressi del Piccolo Cervino (o Klein Matterhorn) taglia a metà il rifugio e anche l’adiacente scuola di sci.

Lo spostamento del confine in seguito allo scioglimento dei ghiacci
Diagramma dello scioglimento dei ghiacci(Ufficio federale di topografia swisstopo)

Confini mobili

Il diagramma illustra chiaramente l’influenza dello scioglimento dei ghiacciai sul tracciato del confine nel caso della regione di Zermatt. Dal 1940 al 2000 il livello del ghiacciaio si è abbassato e la linea spartiacque si situa sulla roccia. L’arretramento è compreso tra i 100 e i 150 m.
Dei 578 km di linee spartiacque tra l’Italia e la Svizzera, solo 40 circa si trovano su campi di neve o ghiacciai. Sugli altri confini alpini con la Francia e l’Austria, non ci sono né campi di neve né ghiacciai suscettibili di spostamento e tutto il confine si colloca sulla terra ferma.

Link:     Ufficio federale di topografia SwisstopoLink esterno
Le spiegazioni di Swisstopo sullo spostamento dei confiniLink esterno

via Il confine si sposta e il rifugio finisce in Svizzera — paolo politi

Annunci