candle-97505_960_720.jpg
Immagine tratta da repertorio Web

IL CERO…!

Tratto da:Onda Lucana® by Gerardo Renna

Nella stanza in penombra, in quel silenzio greve di morte, 
dove pur si vide rider la Felicità, il cero si consuma a poco a poco…!

Lento si consuma…

Per l’aer, mesto, acre, oscuro s’espande il fumo,
come spirto ch’esal d’esser scuro!

Molle, disfatta, cade giù la cera,
come corpo lasso nella sera….!

e, qual moribondo
che già sull’orlo di sua vita estrema, ancor sospira e trema,
tal del cero la fiamma s’allunga nella notte nera…!

Ma il vigor ad essa or vien meno,
ché la cera si scioglie….e più non gli dà lena!

Allor traballa agli occhi del morituro la fiamma,
che tra la vita e la morte pur essa si dibatte!

Or a stento fuma…Più non si muove,
immobile, fissa il ciel vuoto,
mentre si riduce, si riduce sempre più….!

Un tremito, pur lieve, sembra animarla ancora,
come d’un ultimo respiro….1
Ma di colpo tutto s’arresta!
Immobilità!
Silenzio.
Morte!
(Banzi, dic. 1968)

(*) poesia scritta per la morte di zio Matteo, avvenuta nel febbr. dell’anno precedente

Tratto da:Onda Lucana® by Gerardo Renna

Annunci