linkedin francisco franco.jpeg
Immagine fornita dall’autore.

FRANCISCO FRANCO: IL CAUDILLO

Tratto da:Onda Lucana® by Angelo Ivan Leone-Docente di storia e filosofia presso Miur

Francisco Franco Bahamonde, questo il suo vero nome, nacque ad El Ferrol, sperduto villaggio della Galizia spagnola nel 1892. Franco fu un brillante militare dalla carriera folgorante. Con la vittoria del fronte popolare nel ’36, fu deciso il suo allontanamento da Madrid. Tuttavia continuò a tenere i contatti con gli elementi di destra e, quando scoppiò la rivolta, volò il 17 luglio in Marocco a prenderne il comando. Dopo la vittoria nella guerra civile, Franco ripagò in maniera ingrata i suoi benefattori Hitler e Mussolini, senza i quali molto probabilmente non avrebbe vinto la guerra, rifiutandosi di entrare con la sua nazione al fianco dell’asse Roma-Berlino.

A guerra finita, gli anglo-americani lasciarono Franco al suo posto ricordandosi della sua neutralità preveggente. Alla sua morte, avvenuta nel ’75, la Spagna intera era prostrata in una situazione di abissale arretratezza. La Spagna era stata, infatti, nella sua ultratrentennale dittatura un cubo di ghiaccio, un’enorme gelida caserma che aveva come comandante in capo lui: il Caudillo. Ci sono molte analogie sia nel personaggio che nella stessa dittatura da lui creata con un altro dittatore del mondo latinoamericano, anche lui generale: Augusto Pinochet.

Tratto da:Onda Lucana® by Angelo Ivan Leone-Docente di storia e filosofia presso Miur

Annunci