8586023_2960716.jpg

Evento tenutosi ieri pomeriggio del giorno 18 giugno, nello storico Palazzo Giustino Fortunato di Rionero in Vulture (PZ), per la presentazione del libro “Autobiografia di Carmine Crocco“, nuova edizione a cura di Michele Grieco e Ivan Larotonda. Numerosa partecipazione di pubblico, i relatori quali:Antonio Cecere, Ivan Russo, Michele Pinto, Antonio Placido, nonché mons. Ciro Fanelli ,hanno dato vita  ad un intenso confronto sullo storico personaggio Arennìure , portando e valutando gli aspetti storici di una delle figure piu’ discusse , note e rappresentative dell’epoca risorgimentale.

Carmine Crocco nasce nel 1830 a Rionero in Vulture e muore nel 1905 nel bagno penale di Portoferraio Avrebbe potuto essere un onesto contadino timorato di Dio, con una moglie devota e figli affezionati.Avrebbe potuto condurre una vita tutto sommato serena, seppur nel limitato spazio di felicità concesso in quel tempo ai “cafoni”. Ma la storia ha serbato per lui ben altro destino.

Come il mare alterna stati di calma piatta a mare mosso, così la storia presenta, ciclicamente, le sue burrasche. E tale è stata per il meridione il passaggio dalla dinastia borbonica a quella sabauda. Questo snodo storico, fatalmente, segna l’esistenza di Crocco, uomo dal carattere forte, irruento, non rassegnato a piegarsi alle ingiustizie. Costretto a fare scelte difficili fino a diventare Generale di una temutissima banda brigantesca. Il famoso capo brigante, per molti ha rappresentato l’idea di una rivolta sociale nelle campagne di Basilicata e incarnato magistralmente il prototipo del bandito sociale.

Giudicato malfattore dall’autorità costituita, ritenuto eroe dalla propria gente. Negli ultimi anni della sua vita, condannato prima a morte e poi all’ergastolo, ha vergato la sua autobiografia, stampata per la prima volta nel 1903. Un racconto talmente entusiasmante che merita di essere riproposto. Uno scritto che vi farà godere del fantastico spettacolo della storia stando comodamente seduti in prima fila.

Autobiografia illustrata di Carmine Crocco by Michele Grieco Ivan Larotonda 

Tratto da:Onda Lucana® Press


		
Annunci