U frisch.

Il fresco

D sti tijmp.

di quest tempi

quand iè bell.

quando è bella

a s’r nanz c’s.

 

la sera davanti a casa

ijss a sedij e cijrch.

esci la sedia e cerchi

cheda v’v d vijnt.

quel soffio di vento

ca t defreshc i carn.

che ti raffredda il corpo

aprijss a t ven’n l’ald.

insieme a te vengono gli altri.

 

I criatur a shc’quij.

I bambini a giocare

nu a parl’ij di cos da dij.

noi a parlare delle cose del giorno

gunun sa arr’cord u pass’t.

qualcuno si ricorda il passato

quann da criatur

quando da bambino

nu shci’quamm e i grann.

noi giocavamo e i grandi

assis o frischij

seduti al fresco

a parl’ij d’aviet lor.

a parlare dei loro defunti

com a nu ca parl’m d lor.

come noi che parliamo di loro.

 

Tratto da:Onda Lucana®by Giuseppe Surico

Annunci