CANTO D’AMORE

Tratto da:Onda Lucana ®by Antonio Lanza-Pescopagano (pz)

S’è spento l’ultimo raggio di sole

e nella nostra casa c’è poca luce

inseguo i ricordi e mi ritrovo solo

non si sente neanche la tua voce.

Per me dipingevi magici tramonti

si specchiavano negli occhi tuoi

che ora io conservo nella mente

per farli rimanere insieme ai miei.

Ho scoperto anche i mille segreti

da te nascosti tra le foglie e i fiori

nel silenzio io ripeto: ti sarò grato

per un tuo dono, per il tuo amore.

Non ho più amici con cui parlare

dell’infermo brutto o del paradiso

alla nostra fonte non posso bere

non ho carezze per il mio riposo.

Inseguivo il tuo lungo velo bianco

come piccola farfalla senza le ali

ho trascorso la notte sulla panca

e ho pregato allo spuntar del sole.

Il giorno passa, mi sento smarrito

il mio cuore è pieno di malinconia

nelle vecchie foto non ho ritrovato

un solo tuo volto pieno di allegria.

Vieni nei miei sogni una notte sola

stenditi al mio fianco, come allora

illudimi rivedendo insieme il sole

di avere ritrovato il grande amore.

Di un usignolo odo un canto triste

posato sull’albero nel mio giardino

guarda dentro casa non t’ha vista

il canto d’amore si perde lontano.

Canto d’amore pieno di malinconia

vola più in alto e supera l’infinito

portale i miei baci, la mia nostalgia

e dille che io non l’ho dimenticata.

Canto d’amore tu portale la poesia

e raccontale tutta la mia solitudine

io le notti vorrei sognare quella via

che regala un po’ di pace all’anima.

Tratto da:Onda Lucana ®by Antonio Lanza-Pescopagano (pz)

 

 

Annunci