Ritrovati Nicoletta e i suoi 4 figli

Tratto da:Onda Lucana® by Anna Carone

Era stata sottratta alla custodia del suo padrone, oltre un mese fa, Nicoletta l’asinella delle proteste contadine e ambientaliste, ed ora, è finalmente ritornata alle cure del suo padrone, Vincenzo Castellucci di Montalbano Jonico. Non solo l’asinella simbolo dei NO TRIV, delle crisi idriche e soprattutto della marcia dei Centomila, il 23 Novembre del 2003, quando il Governo Berlusconi stava provvedendo all’insediamento del deposito unico delle scorie nucleari a Terzo Cavone di Scanzano Jonico , ma anche i suoi quattro figlioli: Nicoletta junior, Mario, Salvatore e Ines. Ancora in corso gli accertamenti dei Carabinieri che da subito erano intervenuti e avviato le ricerche in un territorio tanto esteso, quanto arduo.

E’ stata una chiamata anonima a segnalare, dopo oltre un mese, la presenza degli animali nelle campagne di Bernalda. Tanto dispiacere si era registrato anche fra i cittadini a seguito della diffusione della notizia del furto che c’era stato, anche da parte di maestranze e di politici che, in tante occasioni si sono visti precedere o affiancare dall’asinella contestatrice e richiedente diritti di dignità e civiltà.

Vincenzo Castellucci che si era reso disponibile a tutto pur di riavere i suoi animali , con il cuore colmo di gioia e gli occhi pieni di lacrime, ha ringraziato tutti per l’interesse manifestato: dai Carabinieri al Prefetto, alle maestranze, ai semplici cittadini, ma anche al sequestratore, ancora ignoto, degli asinelli che, comunque, li ha curati e molto bene.

Tratto da:Onda Lucana® by Anna Carone

Annunci