COM’E’ STATA LA MIA VITA

Tratto da:Onda Lucana ®by Antonio Lanza-Pescopagano (pz)

L’enigma della vita come t’impegna

non dormi la notte e se poi ci pensi

che nel tuo cuore ha lasciato i segni

t’ha gelato il sangue e anche i sensi.

La vita scorre bene e spesso c’illude

che in ogni circostanza è prevedibile

lasciare un cerchio che non si chiude

la scusa c’è sempre: era impossibile.

Tutto il tuo intelletto e il tuo ingegno

di studi generosi senza vedere amici i

sogni rimandati per un tuo impegno

pensando al futuro e per essere felici.

Le ansie nel cuore per un amore vano

per dare senso alla vita un poco avara

nei ritagli di tempo,

una rosa in mano con le speranze

perdute prima di sera.

Gli occhi stanchi, nel cuore

le illusioni sotto

un cielo azzurro che si accende

un biglietto, una borsa, alla stazione

trovare posto quando un altro scende.

Così è stata la mia vita,

un’occasione un salire e scendere,

senza una sosta i grandi progetti e

senza la tentazione

di lasciare il cuore al ballo ad una festa.

 Com’è stata la mia vita, se mi spaventa

l’idea di aver subito momenti calunniosi

di quei giorni conservo solo frammenti

inseguendo migliori esempi, e luminosi.

Così è stata la mia vita, ma non è tutto

spesso io non sorridevo, perché stanco

e della donna amata dentro il mio letto

sentivo i suoi sospiri, andava in bianco.

Quando ho poi capito, è stato già tardi

che puoi fare tutto se non neghi amore

la vita stessa te l’insegna e poi ti perdi

come il marinaio in un profondo mare.

Così è stata la mia vita, una stagione

piena di sole caldo e di geli improvvisi

notti serene, dubbi e intense emozioni

come una tempesta che ti ruba sorrisi.

Tratto da:Onda Lucana ®by Antonio Lanza-Pescopagano (pz)