DONNE NEL BUIO

DEDICA

Voglio dedicare questo libro a tutte le donne, a tutte le donne che sono il fondamento della vita, a tutte le donne silenti, a tutte le donne che soffrono, a tutte le donne che amano, a tutte le donne che attendono qualcosa dal resto dell’umanità, ovvero da noi uomini.

INTRODUZIONE

Donne nel buio è una raccolta di storie di alcune donne, forse in generale di tutte le donne. Donne che per un motivo o per un altro, si sono ritrovate nel buio degli occhi, nel buio del cuore, nel buio della vita, nel buio della morte. Donne che però con la luce di Dio sono ritornati a volare. Dio creò l’uomo a sua immagine e somiglianza, ma forse non gli riuscì tanto bene e pensò bene di creare la donna, e con lei la possibilità di donare la vita. Da allora la donna è l’unica che può dare la vita. Ha lasciato a lei tutto il peso dell’universo, donne nel buio che comunque sono e saranno sempre nella luce di Dio e torneranno a volare.

LA SPINA NEL CUORE DI MARLENA

 Marlena, mui carignosa muciaccia brasiliana di Rio, era una ragazza giovane, allegra e solare. Frequentava una scuola di samba, dove aveva conosciuto il suo ragazzo, il suo amore, con il quale avevano deciso di sposarsi. Finalmente era arrivato il giorno, lei era felice e solare, nel suo bianchissimo vestito da sposa attendeva il suo amato sull’altare. Quando lui arrivò le disse che non l’avrebbe più sposata, andò via e l’abbandonò lì sull’altare. Le crollò il mondo addosso, pianse, diventò triste, aveva una grossa spina nel cuore. Una pena d’amore che la faceva soffrire. Marlena pregava la vergine del Pilar e del Salvador affinché il suo amore ritornava e di toglierli la spina nel cuore. Pregava con il rosario tutte le sere prima di andare a dormire. Una sera addormentandosi sognò il Salvador, che scese dalla croce e le mostrava la sua corona di spina, e le diceva:<< Guarda Marlena, sono già io ha portare la spina del tuo cuore e tutte quelle dell’umanità>>. Poco tempo dopo, Marlena entrò in convento e partì per l’Italia, dove, dopo aver fatto un corso di infermiera specializzata, iniziò a lavorare negli ospedali, per togliere la spina del cuore di tutti i malati. Marlena, così, si affaticava di lavoro e di preghiera. Quando finiva di lavorare recitava il rosario con tutti i malati. Aveva pochissimo tempo per riflettere, non pensava più al dolore del suo passato amore.

Tratto da: Onda Lucana® by Vito Coviello

Annunci