DONNE NEL BUIO

DEDICA

 Voglio dedicare questo libro a tutte le donne, a tutte le donne che sono il fondamento della vita, a tutte le donne silenti, a tutte le donne che soffrono, a tutte le donne che amano, a tutte le donne che attendono qualcosa dal resto dell’umanità, ovvero da noi uomini.

 INTRODUZIONE

 Donne nel buio è una raccolta di storie di alcune donne, forse in generale di tutte le donne. Donne che per un motivo o per un altro, si sono ritrovate nel buio degli occhi, nel buio del cuore, nel buio della vita, nel buio della morte. Donne che però con la luce di Dio sono ritornati a volare. Dio creò l’uomo a sua immagine e somiglianza, ma forse non gli riuscì tanto bene e pensò bene di creare la donna, e con lei la possibilità di donare la vita. Da allora la donna è l’unica che può dare la vita. Ha lasciato a lei tutto il peso dell’universo, donne nel buio che comunque sono e saranno sempre nella luce di Dio e torneranno a volare.

MARIA E LA SUA SOLITUDINE

 Maria viveva in una casa di periferia, ereditata dai genitori, era isolata e per questo riceveva poche visite. Usciva spesso, con il suo bastone bianco, con la speranza di incontrare qualcuno, con cui poter parlare, perché da quando era diventata cieca tutti si erano dimenticati di lei. La sua cecità aveva allontanato molte persone, anche il suo fidanzato che diceva di amarla. Passarono molti anni, ma lei aspettava ancora il suo ritorno e quando usciva sperava di incontrarlo. Un giorno, durante una delle sue passeggiate, sentì uggiolare qualcosa e le si avvicinò un cagnolino. Era un trovatello, anche lui solo, dolce e gioioso. Maria decise così di tenerlo con sé per fargli compagnia, i due restarono per sempre insieme.

Tratto da: Onda Lucana® by Vito Coviello

Annunci