Come libellula

Tratto da:Onda Lucana ®by Antonio Lanza-Pescopagano (pz)

Sei un po’ bugiarda

e non ti perdono

è grigio il tuo sguardo

dimentichi chi sono.

Vivo la angoscia

perché ti penso ancora

una medaglia, il suo rovescio

ma il dolore può far sperare.

Sono prigioniero

Non sento il tuo respiro

Era meglio uno straniero

che mi prendeva in giro

Con te sto lottando

Ho il cuore devastato

lo so che stai ridendo

Perché sono stato conquistato!

Libera sei

puoi andar lontano

non lo sono io

legate sono le mie mani.

Mi ferisci il cuore

con la tua crudeltà

che ti posso fare

senza la libertà.

Sono impotente

mi hai legato tu

tu sei indifferente

e mi mandi giù.

Queste catene le spezzerò

non sarà sempre così

qualcuna mi aiuterà

io l’aspetto qui.

Non sarà come te

non ferirà il cuore, non andrà via

sarà dolce e saprà dare a me

l’amore che volevo io.

Come libellula tu corri via

e non ti posi sopra un fiore

io non potevo capire mai

che il tuo non era amore.

Tratto da:Onda Lucana ®by Antonio Lanza-Pescopagano (pz)

 

Annunci