DONNE NEL BUIO

DEDICA

Voglio dedicare questo libro a tutte le donne, a tutte le donne che sono il fondamento della vita, a tutte le donne silenti, a tutte le donne che soffrono, a tutte le donne che amano, a tutte le donne che attendono qualcosa dal resto dell’umanità, ovvero da noi uomini.

INTRODUZIONE

Donne nel buio è una raccolta di storie di alcune donne, forse in generale di tutte le donne. Donne che per un motivo o per un altro, si sono ritrovate nel buio degli occhi, nel buio del cuore, nel buio della vita, nel buio della morte. Donne che però con la luce di Dio sono ritornati a volare. Dio creò l’uomo a sua immagine e somiglianza, ma forse non gli riuscì tanto bene e pensò bene di creare la donna, e con lei la possibilità di donare la vita. Da allora la donna è l’unica che può dare la vita. Ha lasciato a lei tutto il peso dell’universo, donne nel buio che comunque sono e saranno sempre nella luce di Dio e torneranno a volare.

SOFIA E NONNA LINA

Quando venne alla luce le diedero il nome di una principessa, Sofia. Aveva già i capelli in testa e gli occhioni aperti, guardava il mondo incuriosita. Vide la mamma, la nonna non vedente, però ne sentiva dolcezza e amore. Un angelo comparve accanto a Sofia e la nonna, solo loro potevano sentirlo, e diceva: <<Sofia, raggio di sole, sarai regina, se Dio vuole>>.

Sofia crebbe, diventò una bellissima ragazzina dai capelli lunghi neri, ricci, con dei grandi occhi neri, dolcissimi, era molto dolce e voleva molto bene alla nonna. Un giorno disse alla nonna: <<Nonna sarò io la luce dei tuoi occhi, il tuo raggio di sole>>.

Le piaceva fare l’imitazione della nonna che cantava, le faceva degli spettacoli, cantando ed improvvisando, con grande fantasia e con una gran bella voce. Giocava a basket, era bella ed alta. La nonna, le diceva sempre: <<Sofia, raggio di sole, sarai una regina!>>. Lei rispondeva: <<Nonna, non ti preoccupare, voglio essere solamente il tuo raggio di sole per poterti guidare>>.

La nonna la coccolava molto, si volevano un bene dell’anima, la consigliava, le diceva cosa fare da grande e come comportarsi. Sofia continuava a crescere, un giorno incontrò il suo principe, lei non sapeva che fosse un vero principe, lui era un vero principe. Così, davvero, Sofia diventò una regina.

Tratto da: Onda Lucana® by Vito Coviello

Annunci