CON GLI OCCHI DI UN BAMBINO

Tratto da:Onda Lucana ®by Antonio Lanza-Pescopagano (pz)

Sono stanca di te e non ti voglio vicino

mi specchierò negli occhi di un bambino

solo una volta ho creduto nel destino,

perché hanno voluto leggere la mano.

Lo sguardo innocente non sa mentire

non tormenta l’anima un suo pensiero

non ha, come te, desideri da inseguire

ha l’anima serena e la gioia nel cuore.

È meglio di te in ogni sua espressione non fa i tuoi capricci, si mostra amico

i suoi sogni semplici, senza le illusioni

ti mostri delusa, ma è ora che lo dica.

Volevi trascinarmi in tutti i tuoi casini

non era mai l’ora giusta per rientrare

io mi alzavo stanco, tu sul tuo cuscino

tuffata nei sogni ancora da inseguire.

Adesso ho deciso e non torno indietro

non fare la vittima, non mi tentare più

stavolta ho deciso io, e sarò di pietra continua la strada che desideravi tu.

Hai incrociato gli occhi di un bambino

non hai notato in essi la luce del sole

cercane uno, chiedigli di starti vicino

scoprirai che felicità nelle sue parole.

Stringi la sua mano, non avere paura

per te farà risplendere di notte il sole

apri l’anima e, se lo vuoi, fai entrare

la semplicità del cuore un nuovo stile.

Ecco, io, ti offro ancora un’occasione

più di così non saprei che cosa darti

conserva, nel cuore, solo la passione

vera che mi spinse alla follia per averti.

Respireremo insieme l’aria del mattino

andremo a mani nude incontro al sole

con gli occhi innocenti di un bambino

guarderemo avanti e non saremo soli.

Tratto da:Onda Lucana ®by Antonio Lanza-Pescopagano (pz)

 

Annunci