Gestivano una era e propria “base logistica e operativa dell’associazione sovversiva investigata”. Per spedire ordigni contro chi voleva rimpatriare i clandestini

Sgomberato a Torino il centro sociale Asilo, occupato da 24 anni e considerato dagli inquirenti una era e propria “base logistica e operativa dell’associazione sovversiva investigata”. Per spedire bombe a chi voleva rimpatriare i clandestini. Sei gli arrestati, tutti italiani tra i 30 e i 35 anni e figure storiche del centro sociale.

Secondo la Procura di Torino, “obiettivo delle azioni degli arrestati era quello di contrastare la politica dello Stato in materia di immigrazione colpendo i Centri per il rimpatrio”. Dei 21 attentati contestati, 15 sono i plichi esplosivi spediti a ditte di Torino, Bologna, Milano, Roma (Ambasciata di Francia), Bari e Ravenna; altri sei ordigni alle Poste di Torino, Bologna e Genova.

A due degli indagati viene anche attribuita la responsabilità di aver collocato due ordini esplosivi davanti ad apparecchiature Atm di altrettanti uffici postali di Torino.

Che cos ne pensate?
Diteci la vostra!
Grazie.

Foto Credits: Il Populista

L’articolo Sgomberato centro sociale a Torino: Incredibile la scoperta di quello che facevano lì i Kompagni proviene da Notizie Dal Mondo.

via Sgomberato centro sociale a Torino: Incredibile la scoperta di quello che facevano lì i Kompagni — Notizie Dal Mondo

Annunci