Pensiamo al 2019

Tratto da:Onda Lucana® by Marco Di Geronimo

La Mercedes ha espropriato le prime prove libere del 2019. E già alcuni tifosi Ferrari si disperano. Ma non è il tempo di pensare al 2020. È davvero troppo presto per farsi prendere dalla disperazione: la situazione ci sarà più chiara solo tra tre gare. D’altronde, l’incubo argento continua a tormentare i sogni di chi rincorre il titolo da oltre dieci anni.

Ormai il tifoso Ferrari è abituato ai mille problemi che costellano ogni stagione. Tra i quali, l’ultimo è l’avviso con cui il Codacons ha minacciato di requisire la SF90. La vettura di Maranello, secondo le autorità italiane, potrebbe far pubblicità occulta al Marlboro attraverso le insegne del marchio Mission Winnow. Un’interferenza che aveva già messo in allarme i seguaci della Rossa.

54435389_299640170712582_642271651416768512_n.jpg

Adesso che Lewis Hamilton ha ribadito la sua supremazia nel primo venerdì di prove, le frange più pessimistiche dei tifosi sono già in crisi. Dopotutto ne hanno ben donde: il mondiale 2018 ha evidenziato una netta superiorità tecnologica Ferrari, dilapidata attraverso sviluppi poco oculati e una gestione sportiva allo sbando dopo la morte di Marchionne. Regalando il trofeo ai rivali tedeschi e inglese.

Ma non si perda la calma. L’incubo che tormenta i cuori rossi è ancora del tutto infondato. Quante volte è stato il Cavallino a fare il leone al venerdì e il micino alla domenica? I rapporti di forza tra i top team non li stabiliscono le prove libere della prima gara del campionato. Che tra l’altro si corre all’Albert Park, un circuito atipico semipermanente che non garantisce una seria cartina tornasole delle performance. Non è il tempo di lasciar perdere: vediamo come vanno le prossime corse. Vediamo come va questo 2019.

Tratto da:Onda Lucana® by Marco Di Geronimo

Annunci