Eccomi qui

Tratto da:Onda Lucana ®by Antonio Lanza-Pescopagano (pz)

Non c’è istante che non guardi il cielo

anche di notte con intorno tante stelle, non mi stanco, mi manchi e sono solo, come dimenticare che eri cara e bella.

Eccomi qui, con i miei pensieri mai tristi, sono come le favole, tanti racconti del nostro amore nato di maggio con tante viole.

T’incontrai sul prato che ballavi da sola e con le braccia al cielo,

non ero curioso, ma ti ammiravo e com’eri bella sembravi il sole.

Mi sono perso nel tuo sguardo, i tuoi occhi che m’incantavano

tu pensavi: andrà via, lo perdo? Non feci un passo rimasi vicino.

Il resto lo sai una corolla di fiori, gli angeli hanno cantato per noi la vita felice e i battiti del cuore, la tua mano non ho lasciato mai.

La tua visione vorrei sempre nei sogni per continuare a contemplare un volto, pieno di gioia e non notavo mai segni della tristezza che faceva male molto.

Eccomi qui con i miei desideri, che esaudivi dolce, silenziosa

una virtù, che porto nel cuore, una rarità che mostra la sposa.

Dietro i vetri, aspettavi la sera ritornare a casa era una gioia, sapevo che palpitava il cuore, venivo piano sapessi che noia.

La tua immagine non ritrovavo, ma tu mi attendevi sul portone ero sulle scale, per te fremevo a ogni ritorno era un’emozione.

Che dolcezza in un abbraccio e quella luce viva nei tuoi occhi, notavi, il mio sorriso sulla faccia, che tu mi sfioravi con la bocca.

Eccomi qui, in questa solitudine, che non mi pesa, tu sei accanto per te non cambierò le abitudini, ma c’è una voce che non sento.

Tratto da:Onda Lucana ®by Antonio Lanza-Pescopagano (pz)

 

Annunci