(Teleborsa) – Cyber bullismo, furto e diffusione di dati personali in rete, stalking online, insulti e diffamazione sui social network, frodi informatiche; i pericoli legati alla vita digitale sono molteplici e non sorprende che le compagnie assicurative stiano mettendo a punto polizze sempre più avanzate per proteggere i privati dai rischi connessi all’uso di Internet, contribuendo a creare un mercato potenziale che in Italia potrebbe valere più di 100 milioni di euro l’anno.

“In Italia le polizze contro i cyber risk vengono generalmente proposte come garanzie accessorie all’interno di pacchetti assicurativi legati alla casa con un costo che varia mediamente tra i 24 e i 40 euro l’anno” – spiega Lodovico Agnoli, Responsabile new business di Facile.it -. “Si tratta di coperture ancora poco diffuse nel nostro Paese, ma che potrebbero crescere significativamente nei prossimi anni, non solo in virtù di una maggiore consapevolezza dei rischi legati al web, ma anche perché alcune compagnie stanno iniziando a proporre queste assicurazioni come prodotti indipendenti e non più connessi all’abitazione”.

Un recente studio internazionale ha evidenziato come, entro il 2025, il valore del mercato globale delle assicurazioni personali contro i cyber risk potrebbe addirittura superare i 3 miliardi di euro; dati che non devono sorprendere se si considera che le vittime del cyber crimine, solo in Italia e solo nel 2017, sono state 16 milioni.

via Assicurazioni contro cyber bullismo e rischi informatici: mercato da oltre 100 milioni — QuiFinanza

Annunci