HO SOGNATO….

Tratto da:Onda Lucana ®by Antonio Lanza-Pescopagano (pz)

Ho sognato il volto di un bambino, il cielo azzurro, tanti fiori colorati, una farfalla, che volava a te, vicino un coro di voci, occhi dimenticati.

Inseguivo, poi, il profumo di viole, acqua chiara che riscaldava il sole ricordi lontani: il mio primo amore e poi sentivo come batteva il cuore.

Un giorno lontano sulla montagna tra le betulla sgorgava una fontana ero solo, essa era la mia compagna, io ti pensavo, però eri così lontana.

Chi ama molto non si arrende mai, si affida al cielo, anche alla fortuna, un cuore che soffre spera e tu lo sai, conta le stelle in cielo una ad una.

Ho sognato il sorriso di un bambino, che sfavillava sotto il cielo colorato, la mano mia sopra i capelli oro fino, una tenera carezza poi gli ho donato.

Sul prato verde ci siamo poi distesi, mi fissavano i suoi occhi illuminati, due fiori m’ha regalato e li ho presi, erano molto belli e tanto profumati.

Tra le mie braccia s’è addormentato, ascoltando la favola dell’uomo nero, ma il suo visino non era spaventato perché lui sognava, che non era vero.

Al mio risveglio ho guardato il cielo, assai diverso mi è apparso il mondo, le nuvole nere nascondevano il sole, con il sorriso del mio angelo biondo.

Un prato, un fiore, io cercavo invano, per far tacere i palpiti del mio cuore, ho chiuso gli occhi steso sul divano per sognare chi mi portasse un fiore.

Vorrei sognare te, mio primo amore, acqua chiara di fonte che mi disseta, vederti accanto e regalarmi un fiore e non perderti più come una cometa.

Tratto da:Onda Lucana ®by Antonio Lanza-Pescopagano (pz)

 

Annunci