L’orizzonte è della rondine

Tratto da:Onda Lucana ®by Aloisio Apicella

 

L’orizzonte è della rondine

che l’accoglie e la divora

mentre il sole monco

invalidato dai contenitori di cemento

si rapprende e si inabissa

nel caldo ostile della città.

 

Nel sudore della fatica del giorno tronfio

ci assale la mano di nube che ha tra le dita

un lampo.

 

Ride la luna come sirena impazzita il suo trionfo

ed increspa l’azzurro una scia nera

di oscuro presagio.

 

Tratto da:Onda Lucana ®by Aloisio Apicella

Aloisio Apicella – La poesia non è finita – Edizioni dal Sud

Si ringrazia per la speciale concessione l’autore-Copertina scelta e tratta da Web parte di Onda Lucana

 

Annunci