Prefazione

“Una poesia dura, legata al momento attuale lucano, scivolato dal passato ai giorni nostri. Una poesia senza stelle e senza luci del mattino, che vende ilarità stupide, e ipocrisie evidenti. Dove le miriadi di punti neri dell’antica miseria, dovute alla presenza di mosche, ora le miriadi di punti neri sono diversi, dovute alle estrazioni petrolifere, fatte senza tenere conto dell’impatto ambientale, se i controlli non sono adeguati a stabilire nocività per le genti lucane.

Questo perchè si evidenzia nei parametri di analisi fatte da privati, diversi nei risultati da quelli ufficiali e che chiedono confronti a cui non giungono mai, confronti che non si fanno e che alimentano dubbi sulla bontà d’opera di decontaminazione protettiva, garantita dai petrolieri. La gente lucana sfiduciata non reagisce e da parvenze di sudditanza e accettazione di un fenomeno che altrove ha fatto stragi.”

bandiera-regione-basilicata

LA BANDIERA LUCANA

Tratto da:Onda Lucana® by Domenico Friolo

 

Una tempesta

senza senso,

scaltra, aggroviglia

la sua crudeltà

sull’ innocente

terra lucana,

trucidando il territorio

riducendo le genti

che qui vennero al mondo

ad abbandonare

la terra natia

ormai ridotta

ad uno scempio

senza profondità,

e senza superfici.

 

È tempo di dare

un senso al drappo

con i quattro fiumi

che ancora sventola

per noi lucani:

che aspettiamo

nel ridestare

l’onore di un popolo ?

 

Cosa aspettiamo

ancora ? La morte ?

 

Tratto da:Onda Lucana® by Domenico Friolo

Si ringrazia l’autore per la cortese concessione.

Immagine di copertina  tratta da Web.