IL CAMMINO DELL’UOMO (pag. 579)

Tratto da:Onda Lucana® by Gerardo Renna

 

In origine l’uomo viveva nelle foreste,

nelle caverne e poi sulle palafitte.

 

Come le scimmie, alle quali assomigliava,

a quattro zampe camminava!

 

Assunse, poi, la posizione eretta

e da allora diventò “l’homo erectus sapiens”.

 

Da allora cominciò a distinguersi

dalle sue cugine-primate (le scimmie)

facendo progressi in ogni campo!

 

Con l’invenzione della scrittura,

divenne ancora più sapiens.

 

Addomesticando molti animali,

inventando la ruota e costruendo barche,

potè facilmente spostarsi

sulla terra e sui mari.

 

E così comunicare e scambiare idee

ed esperienze di vita con altri suoi simili!

 

Uscendo dalle caverne,

incominciò a costruire le sue case.

 

Dapprima di legno, poi di mattoni

e poi anche di altri materiali.

 

Erano casette monolocali basse;

poi edifici robusti a più piani,

fino agli attuali imponenti grattacieli!

 

Impressionante è stata poi ed è ancora

la sua locomozione!

 

Per millenni lenta, cavalcando singoli animali,

poi, con l’invenzione dell’automobile,

dei treni e degli aerei, molto rapida.

 

Anzi rapidissima!

 

Con la sua intelligenza, infine,

e con la sua brama di conoscenza (*),

la luna e marte ha voluto esplorare

e così, intrepido,

su di loro è riuscito ad andare

e dei macchinari a mandare!

 

Lunghissimo è stato il suo cammino,

che nell’universo poi,

fantasticamente e con molta efficienza

è proseguito, migliorando notevolmente la sua vita!

(*) conoscenza: “…fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza” (Dante Alighieri).

 

Funo di Argelato (Bo, 31/10/19, ore 14,25, in via bellini, 4

 

Tratto da:Onda Lucana® by Gerardo Renna

Si ringrazia l’autore per la cortese concessione.

Immagine di copertina tratta da Web.