Cartellate

Tratto da:Onda Lucana®by Domenico Lopatriello

Le cartellate sono un dolce tipico invernale del sud Italia, solitamente preparate nel periodo che va da Natale a Pasqua, poichè, rappresentano le fasce che avvolsero il Bambino Gesù o la corona di spine, nel momento della crocefissione.

Esistono molte varianti, in Puglia soprattutto dove vengono chiamate ” Cartddate , Carance, Carangi, Cartddete“, vengono preparate con il vino cotto e le mandorle.

In Basilicata vengono chiamate “Crispelle, Crespelle, Ncartddat“, dove al vino cotto viene preferito il miele e una spolverata di zucchero a velo con cannella.

Ingredienti:

  1. – 1 kg. di farina 00;
  2. – 200 gr. di olio extravergine di oliva;
  3. – 200 gr. di vino bianco;
  4. – olio per friggere qb;
  5. – 10 gr. di sale;
  6. – miele qb.

Procedimento:

Intiepidire l’olio e il vino, impastare con la farina setacciata e il sale, fin quando il tutto risulterà molto liscio (se necessario aggiungere un pò di vino bianco). Lasciare riposare avvolto nella pellicola in frigo per un’ora circa.

In seguiti stendere in fogli sottili e tagliare delle strisce larghe circa 2,5 centimetri con una rotella ondulata. Comporre le cartellate come a voler fare una rosa, pizzicando la striscia in modo che si unisca. Far riposare per una notte, coperte da un canovaccio, poi friggerle in abbondante olio.

Prima di consumarle cospargerle con il miele.

Si conservano per qualche giorno al riparo da luce e umidità.

Ovviamente i più golosi potranno usare anche del cioccolato e degli zuccherini colorati.

Tratto da:Onda Lucana®by Domenico Lopatriello

Si ringrazia l’autore per la cortese concessione-Foto interna e di copertina fornita e prodotta dall’autore.

Tutto il materiale media e il testo non possono  essere riprodotti salvo autorizzazione.