Il borgo montano dalle suggestive altitudini

Tratto da:Onda Lucana® byAntonio Morena

Castelsaraceno (Pz) – Una cittadina rivestita di verde e con una struttura ambientale senza paragoni. Il Comune di Castelsaraceno, nasce da un manipolo di mercenari di origine araba, di seguito lungo il suo percorso storico subentrarono i Normanni, successivamente alla sua lunga storia; l’antico sito passò dalle varie famiglie potenti susseguitesi come: i Carafa, i Sanseverino, per poi giungere alla famiglia del luogo dei Leopardi. Certo, la marcata struttura urbanistica lasciata in eredità dai saraceni la si può riscontrare nel reticolo delle viuzze e vicoli, dall’architettura ben delineata di cui quel mondo antico e lontano come la penisola araba ha saputo esportare attraverso le proprie armate un pò in tutto il Mediterraneo e non, incastonando in un ambiente accattivante e suggestivo questo gioiello costruttivo, il quale oggi appare in perfetta armonia agli occhi del visitatore.

Primario monumento è il Palazzo Baronale, seguono gli edifici religiosi quali: Chiesa di San Rocco, Chiesa di Santo Spirito, Chiesa di Santa Maria degli Angeli, il Comune posizionato geograficamente con alle spalle Monte Raparo, a sud Monte Alpi e sui vari punti cardinali le Serre: Tuppetto, Asprella, Armizzone, ecc.. che circoscrivono il borgo nella interezza dello splendore che la natura offre.

Una cittadina, la quale nel generale quadro d’insieme mette in evidenza non soltanto la sua gastronomia, la sua lunga cultura storica che si fondono nella tradizione più profonda includendo quella di Madre Natura, al culmine di questo stretto connubio culturale risulta essere il rito della “Ndenna“, consiste nel cercare il perfetto esemplare tra i migliori alberi di faggio per poi essere lavorato, trasportato da imponenti buoi all’interno dell’abitato…..Il mio viaggio tra i paesi lucani…….continua.

Link Utili:

Comune di Castelsaraceno

APT Basilicata

Pro Loco Castelsaraceno

Link Mappa:

Comune di Castelsaraceno

Tratto da:Onda Lucana® byAntonio Morena

Si ringrazia Domenico Delorenzo, per la concessione delle fotografie tratte dal suo archivio personale.

Tutto il materiale media non può essere riprodotto salvo autorizzazione.

N.B.

Mi raccomando tutti fermi nelle proprie residenze rispettando le dovute precauzioni governative, quando tutto sarà finito ritorneremo a viaggiare riscoprendo le nostre meraviglie italiche.

Pubblicazione riproposta antecedente agli ultimi fatti di cronaca dovuti alla pandemia causata dal virus Covid-19.

#iorestoacasa