Magica notte

Tratto da:Onda Lucana ®by Antonio Lanza-Pescopagano (pz)

 

Nel buio io m’addormento

ah! se sognassi verdi valli

i fiori bianchi, i dolci colli

un’estasi, per un momento.

 

Ma dove sei! Si dove sei tu!

amore mio non ti vedo più.

 

C’è silenzio, che strana sera

le mie fragilità le mie paura

poche parole, una preghiera

il mio cuore ti vorrei donare.

 

Ma dove sei! si, dove sei tu!

l’amore mio non lo vedo più.

 

Che sperare! vorrei fuggire

da un mondo ormai diverso

perché restare se t’ho persa

e non ti potevo più inseguire.

 

Quella tua mano mi sfiorava

la tua calda voce m’invocava

e la folle corsa mi rallentava

anche il cuore di più batteva.

 

Se mi affacciavo alla finestra

quando dolce saliva dalla via

quella nostra antica melodia:

magia della nostra orchestra.

 

Era sublime toccava il cuore

mai dimenticato quel motivo

abbracciata a me lo ascoltavi

la sinfonia del nostro amore.

 

Ma dove sei! si, dove sei tu!

l’amore mio non lo vedo più!

 

Se tu di me sentissi nostalgia

e se ti palpita ancora il cuore

apro le braccia, puoi tornare

io non lascerò più andare via.

 

Ma dove sei! si, dove sei tu!

torna, non farmi soffrire più.

 

Forse sto sognando, che luce!

oh! sensazione del mio cuore

l’angelo biondo vuole volare

ha il tuo volto, ha la tua voce.

 

Ma dove sei! si, dove sei tu!

sei con me e non mi lasci più

ti stringo o non mi pare vero?

è dolce la notte non ho paura.

 

Tratto da:Onda Lucana ®by Antonio Lanza-Pescopagano (pz)

Si ringrazia l’autore per la concessione dell’opera.

Immagine tratta da repertorio Web