Castello di Lagopesole

(Le belle immagini della Lucania)

Tratto da: Onda Lucana®byAntonio Morena 

Avigliano (Pz) – Il Castello di Lagopesole di epoca federiciana è ubicato tra il fiume Ofanto e il Bradano, il Maniero sorge sulla sommità della collina a circa 820 metri slm. Edificio utilizzato da Federico II di Svevia come residenza di caccia, oggi ospita numerose manifestazioni di origini medioevali e non, sede del Comando Stazione dei Carabinieri Forestali, è stato set da sfondo per numerose pellicole cinematografiche come: “Il Vangelo secondo Matteo“, “Il Generale dei Briganti” ed “Sexum Superando“.

Resta tra i monumenti di notevole importanza storica nel panorama regionale, forse tra quelle fortezze che conservano l’impianto strutturale dell’edificio con i suoi corpi di fabbrica come in origine. Prima di arrivare al Castello bisogna superare l’abitato composto da fabbricati bassi in pietra naturale locale, accattivante la veduta dell’ambiente circostante quando si comincia a salire verso la fortezza; si apre ai nostri occhi un panorama con vista ampia sulle vallate che si susseguono una dopo l’altra. E’ un perfetto scenario per coloro i quali sensibili, restano sorpresi per cotanta bellezza. Suggestiva è la fontana in stile, posta all’ingresso del viale – lato direzione bivio Avigliano-Filiano -, la quale è sempre affollata da bikers con le loro moto in bella mostra e ciclocrossisti intrepidi.

Emozionante tutte le volte che percorro questi luoghi, trovo sempre qualcosa di nuovo, non mi stanco mai di osservare questo spettacolare connubio tra arte e natura. Resta nei miei pensieri un superbo mastodonte che si fonde con la roccia, si lega con i colori eterogenei dei boschi, della brina che si posa sulla fiumara sottostante, e si tinge delle atmosfere dei tanti tramonti e delle albe che vestono i possenti monti del circondario.

Un vero idilio per gli amanti del genere, non soltanto arte per coloro i quali dovessero decidere di viaggiare in questi territori,  ma anche natura da vivere a 360° praticando: running, bike ride, mountain running, sulle antichi vie chiamate “tratturi”, le quali un tempo uniche arterie di comunicazione, che attraversano (in perfette condizioni) ancora oggi tutta l’area fino alle vicine strutture ambientali; dal Parco del Monte Vulture con i suoi laghi di Monticchio, al Monte Carmine e alle aree atte a copertura boscata tra i Comuni di Filiano, Avigliano e Forenza, non resta da effettuare una full immertion in uno dei territori più fascinosi d’Italia.

Si ringrazia: Rocco Figliuolo, Liberascienza Associazione Culturale, per i video, Rocco Di Perna, Franco Vaccaro per le foto.

Tratto da: Onda Lucana®byAntonio Morena 

Tutto il materiale media e il testo non possono essere riprodotti salvo autorizzazione.

Buona Navigazione!!