LA NOSTRA STORIA

Tratto da:Onda Lucana ®by Antonio Lanza-Pescopagano (Pz)

La passione io leggevo nel tuo sguardo,

il tuo sospiro d’amore fermava i fremiti,

il tuo canto lieve mi sussurrava fermati.

Dentro l’anima sentivo dire: ora ti perdi.

Con te mi sarei perso mille volte ancora,

io non credevo che durasse solo un’ora.

Dimmi che è stato solo un brutto sogno

che non volevi andare via

e non ascoltavi delle sirene il canto

dimenticando le mie pene, il pianto,

un pianto di dolore.

Dimmi che è stata solo una follia,

che le notti sono buie,

che sono solo ombre ciò che vedi,

apri le tue ali e ritorna se ci credi,

credi nel mio amore.

Dimmi che non ce la fai e sei stanca,

che resistere non vuoi,

che ti manca tanto una mia carezza,

la luce nei tuoi occhi e la tenerezza

che vuoi ancora.

Dimmi che la solitudine ti brucia l’anima

e che ti fa soffrire,

che ti manca la mia voce nella sera,

confusa sulla tua per una preghiera

per non lasciarci mai.

Dimmi che lui non sa riscaldarti il cuore,

che manca di fantasia,

che in una sola notte e finita l’armonia

con il profumo del fiore, che malinconia

e l’anima tua voleva volare.

Quando spunta il giorno e vedo l’aurora,

i tormenti della notte non fanno male più,

il sogno di un momento vale ancor di più,

che nonostante tutto e stato bello vivere.

Quel sogno lo vivo ancora ad occhi aperti.

Se un giorno ritornassi tu, e accarezzarti.

Dimmi che è stato solo………………….!!

Tratto da:Onda Lucana ®by Antonio Lanza-Pescopagano (Pz)

Si ringrazia l’autore per la concessione dell’opera.

Immagine tratta da repertorio Web

Tutto il materiale media e il testo non possono essere riprodotti salvo autorizzazione.