Cosa ci dicono le “scienze dure” sul concetto di razza?
Il confronto con la neuroscienza e la genetica fornirà nell’occasione del seminario di Metaponto riflessioni e spunti nuovi e talvolta inaspettati.

Due giovani ricercatrici impegnate nello studio e nella divulgazione scientifica mostreranno come tematiche così complesse possano essere veicolate attraverso un linguaggio diretto ed esempi concreti.

Sara Borgomaneri, ricercatrice in Neuroscienze presso l’Università Alma Mater Studiorum di Bologna, parlerà di come il cervello reagisce alla visione di persone appartenenti a una razza diversa, rispondendo in maniera meno empatica al dolore altrui e “consumando maggiori energie” per controllare il pregiudizio razziale.

Vincenza Colonna, ricercatrice CNR e specialista in genetica di popolazioni, traccerà invece una “storia delle razze” dal punto di vista del patrimonio genetico, giungendo in conclusione a dimostrare l’unitarietà della razza umana, seppure articolata in molteplici sfumature e variabili.

Che dire, vi aspettiamo in museo, per fare della contemporaneità un trampolino verso la riscoperta del passato.

L’accesso al seminario è gratuito.

Segnate la data, a giovedì sera!
Fonte:https://www.facebook.com/museoarcheologicometaponto/photos/gm.2840291769318967/2078722295565404/?type=3&theater

Annunci