Un mondo da conquistare

Tratto da:Onda Lucana ®by Antonio Lanza-Pescopagano (Pz)

Tu pretendevi le mie ali
senza di me volevi volare,
ti avrei dato anche il sole
tanto grande era l’amore.

Voglio conquistare il mondo
se resto qui, non sono niente
e andare oltre fino a quando
una luce mi guiderà la mente.

Figlia mia con il cuore vorrei
che tu con noi potessi restare,
io avevo i fratelli e che guai
dal mare io ho visto ingoiare.

Di una storia d’amore,
avevano grandi sogni nel cuore
nelle notti chiare c’era la luna
diceva come poterli appagare
e cambiare la propria fortuna.

Io che con loro volevo sognare
cercavo una mano e piangevo
ero solo non li potevo fermare
erano lontani sopra una nave.

I tuoi sogni non li hai nascosti
però anche tu sognavi la luna
alla tua età la vita è una festa
e ti sei stretta forte sul seno.

La speranze ho sempre seguito
il tuo sorriso nella mia mente
poi un giorno, un sogno ferito
m’ha fatto gridare inutilmente.

In un sogno t’ho vista volare,
con le ali che un giorno volevi,
con il cuore le volevo tagliare,
eri così in alto e mi sorridevi.

Nelle notti io chiedo certezze,
io a volte ho potuto sbagliare
ed è bastata una mia carezza
per fermarti, per farti restare.

Il mio mondo è grigio, è nero,
il tuo è lontano, oltre la luna,
con un fiore e una preghiera
per te chiedo un sonno sereno.

Tratto da:Onda Lucana ®by Antonio Lanza-Pescopagano (Pz)

Tutto il materiale media e il testo non possono  essere riprodotti salvo autorizzazione.
Immagine di copertina tratta da Web.