Alberi Monumentali

Gli “Alberi Monumentali”, patrimonio di inestimabile valore che si aggiunge ai territori dei Comuni nazionali. Un Decreto Ministeriale dell’anno 2017, di seguito pubblicato nell’anno 2018 sulla G.U. consolida l’approvazione dell’elenco ufficiale dei mastodonti italici, sulla base dell’Allegato 1, Art. 7, L. n.10 dell’anno 2013.

Valori speciali quali: ecologico, biologico, architettonico, culturale, e religioso, diventano sintesi giuridica di monumento della nazione. Una vera e propria identità espressa che travalica i confini del proprio paese. Profonde radici di una storia secolare vissuta con l’intero abitato e non.

In Basilicata si è realizzato un importante riconoscimento alla Quercus ilex – Leccio, situato nel borgo di Policoro (MT), detto: “Il Leccio del Barone“. Un esemplare che viene incluso nell’elenco nazionale degli alberi di pregio, insieme a quelli già presenti nelle cittadine lucane.

(Solo per citarne qualcuno); Ferrandina (MT), per la presenza nella loc. Fosso Carpatiello di Olivo secolare; maestosità, forma e pregio paesaggistico, Matera per la presenza in loc. Masseria Malvezzi di Fragno; rarità botanica e valore ecologico, Avigliano (PZ), presso la Villa Monastero per la presenza di Pioppo Nero; età, dimensioni, valore paesaggistico, ecc.,ecc.. La lista è molto ampia e la potete consultare con attenzione cliccando sul link sottostante. Per i tanti curiosi viaggiatori, i quali amano la natura e i suoi valori concreti, un motivo in più per visitare la Regione Basilicata e le sue bellezze.

Basilicata-Elenco Alberi Monumentali.

Immagine di copertina, generica, tratta da Web.

Tratto da: Onda Lucana® Press – Redazione