SOGNARE

Tratto da:Onda Lucana ®by Antonio Lanza-Pescopagano (Pz)

Sognare un giorno di festa e tanti sorrisi

e tanti amici che ti accarezzano il viso

poi uno di essi che t’invita a ballare

e che provi anche un sottile piacere.

 

Sognare che la cima del monte è coperta di rose

e che il sole rimane nel cielo e mai si posa

che tutti i giorni sono inondati di luce

e che nel mondo è scoppiata la pace.

 

E anche un treno che passa non fa rumore

che un cuore malato non soffre il dolore

che un bambino non piange di sera

perché il buio di prima non fa più paura.

 

E vedere correre tutti dietro un aquilone

e sentire cantare sempre la stessa canzone

un sogno che se puoi fallo anche tu

perché io l’ho fatto e non muoio più.

 

Un sogno così quanto potrà durare

un fiume che va verso il suo mare

non è una pietra a poterlo fermare

un’eternità se c’è la gioia nel cuore.

 

Poter dormire e sentire il respiro

per capire che non stai per morire

non sentire freddo se soffia il vento

avere una vita senza un tormento.

 

Sperare che il seme non deve morire

pur sapendo che poi ritorna a fiorire

perché la morte comunque avvenuta

nel cuore provoca una grossa ferita.

 

Sognare che l’albero non brucerà più

nonostante il fuoco chi gli procuri tu

sognare che un giorno la sua ombra

del mondo intero ristori le membra.

 

Sognare di sentire un muto che parla

di rigettare in mare anche una perla

di allungare una a chi sta per cadere

dare la strada a chi non può vedere.

 

Sognare, sognare, sognare,

questo mondo pieno d’amore

sognare, sognare, sognare,

se non c’è è meglio morire.

Tratto da:Onda Lucana ®by Antonio Lanza-Pescopagano (Pz)

Tutto il materiale media e il testo non possono  essere riprodotti salvo autorizzazione.
Immagine di copertina tratta da Web.