Tu, oltre la vita

Tratto da:Onda Lucana ®by Antonio Lanza-Pescopagano (Pz)

Dove vai, non guardi il mio volto

non sorride più, io sto pregando

per te, tu cielo cosa mi hai tolto

freno il pianto, ma fino a quando.

 

Dovrei sorridere, sei con gli angeli

che ti fanno festa, sei uno di loro

mi chiedo se guardando le nuvole

le tue sembianze io potrei vedere.

 

Ma è un giorno triste, mi perdoni

io ascolto il cuore: palpita ancora,

e gli vorrei dire quale dolce dono

sei stata con il tuo grande amore.

 

Faccio il forte, ma sarà così dura

la mia vita senza vederti accanto

ora sento il profumo e ti sfioro

domani solo solitudine e pianto.

 

Questo momento d’amore in più

non sarà lungo, io non ti rivedrò

ma se domani io avrò paura, tu

non ci sarai e la sera io piangerò.

 

Passerà domani, un altro giorno

spunterà e il cielo sarà limpido

inseguirò il sole e al mio ritorno

io cercherò il tuo volto candido.

 

E ogni giorno sarà così, una vita,

intera e scoprire che il tuo amore

senza te in me non è mai svanito

e la sera suggeriva una preghiera.

 

La sera ti raccontavo le mie paure

mi aprivi il cuore e le nascondevi

una carezza e poi mi davi amore

e fino all’alba a te io mi stringevo.

 

Non dovrà piangere, ma pregare

e sentirò la voce, oltre le nuvole

mi dirai il momento e anche l’ora

dell’amore e non sarà una favola.

 

In un attimo in un sogno insieme

ricorderemo quanta felicità in noi

mi sembrerà di amarti e se tremo

sentirò una carezza, tu vicina sei.

Tratto da:Onda Lucana ®by Antonio Lanza-Pescopagano (Pz)

Tutto il materiale media e il testo non possono  essere riprodotti salvo autorizzazione.
Immagine di copertina tratta da Web.