TU UN URAGANO

Tratto da:Onda Lucana ®by Antonio Lanza-Pescopagano (Pz)

 

Com’era soave la tua voce,

dolci note per il mio cuore

come dei miei occhi la luce

ogni frase parlava d’amore,

 

Quale sussurro di primavera,

mille sentieri attraversava

la invocavo, la mia chimera

lieve il mio viso sfiorava,

nuvole nere alte nel cielo.

 

L’uragano giungeva al cuore,

sugli occhi scendeva il velo,

una furia seppelliva l’amore,

dimmi perché tu sei cambiata?

La dolcezza degli occhi dov’è.

 

Ogni cosa per te è sbagliata,

era puro l’amore donato a te,

la vita a volte è un miraggio

fai un sogno, ma è un inganno

se doveva essere ancora peggio.

 

Dice il cielo: è poco il danno

apri il tuo cuore e non odiare

la vita è bella se doni amore

a chi svelarlo potrai trovare

si vera nel dargli il cuore.

 

Le pene d’amore non feriscono

fanno parte del gioco e lo sai

parole che l’anima colpiscono

sono ferite che non scorderai.

 

Tratto da:Onda Lucana ®by Antonio Lanza-Pescopagano (Pz)

Tutto il materiale media e il testo non possono  essere riprodotti salvo autorizzazione.
Immagine di copertina tratta da Web.