Preghiera per la XXX domenica del T. O. 23 ottobre 2022

Tratto da: Onda Lucana® by Vito Coviello

Sentenze oranti
oltraggiose e denigratorie
da chi si sente giusto
e con il dito accusatorio
verso chi geme
nel suo intimo tormento
ti cerca, Signore,
con sospiri di dolore
lacrime silenziose.

Salgono al tempio entrambi
per stare con te, Signore:
la tua immagine
è costruita dal proprio “io”
apparenza da difendere;
la tua somiglianza
si riflette in chi si piega
davanti al tuo amore
che rivoluziona ogni cuore.

Dignità calpestata
da chi si sente arrivato, Signore,
dignità ritrovata
da chi si affida a te
umile e peccatore
e nella povertà
gode della ricchezza
sorriso divino
che semina eternità.

Religiosi ma lontani da te, Signore,
disprezzano la vita
sofferente e offesa
che suda gocce di sangue
nei tanti Getsemani
avvolti dal buio della notte
silente solitudine
nella quale cercano conforto
nuova storia d’amore.
S. Domenica. Benedico te e la tua famiglia, carissimo Vito

Tratto da: Onda Lucana® by Vito Coviello

Versi di Vito Coviello scrittore materano non vedente.

Tutto il materiale media e il testo non possono essere riprodotti salvo autorizzazione.

All right reserved. Vito Coviello. Il giorno dom 23 ott 2022 alle 05:20

Immagine di copertina tratta da Web.